Iconoclastia Panzer

Nel secolo XIII°, nel suo De Animalibus, Alberto Magno tesseva le lodi delle api, magnificandone l’operosità, il mutualismo e l’organizzazione. Si tratta di uno dei primi testi ad attribuire facoltà immaginativa e razionalità ad animali non-umani, in questo caso addirittura degli insetti: per Alberto, le api sono in grado di agire in modo creativo e intelligente – come dimostrerebbe la loro capacità artigianale e la complessa struttura sociale. Le api, come le formiche, si tramutano in un paradigma analogico per la “buona organizzazione” umana. Nel XVIII° secolo, Mandeville, con la sua Favola della Api, ribalta il paradigma mutualista di Alberto, mostrando per via allegorica come la società delle api (ossia degli umani) sia fondata non sulla solidarietà, ma sul vizio e sugli egoismi personali: ciascun individuo occupa una certa casella, unicamente al fine di soddisfare i propri desideri attraverso i mezzi (corporei e intellettivi) che ha a propria disposizione. Ciò che accomuna queste due interpretazioni, tuttavia, è la fitta rete di relazioni di scambio e collaborazione, offerta all’immaginazione umana dal concetto di “alveare“.

Continua a leggere Iconoclastia Panzer

Annunci

Orrore e Terrore: (A)Teologia Gotica

Vorrei proseguire la serie di riflessioni su Goth/Ins, inaugurata in occasione di questo post – dedicato agli assiomi fondamentali, alle caratteristiche distintive e agli aspetti problematici di questa nuova formulazione teorica. In questa seconda parte prenderò in esame un’ulteriore prospettiva sul gotico, di impronta prettamente religiosa: si tratta di una forma “anomala” di post-accelerazionismo cristiano, elaborata da Vincent Garton e Miroslav Grisko, che proverò a riassumere brevemente e a confrontare con Insurrezione Gotica.

Continua a leggere Orrore e Terrore: (A)Teologia Gotica

Alcune note su Insurrezione Gotica, anti-prassi ed estinzionismo attivo

Vorrei provare a mettere per iscritto alcune brevi riflessioni ‘a caldo’ su un paio di testi, uno mio e uno di Enrico Monacelli, apparsi su Not negli ultimi giorni. I due scritti in questione sono “Insurrezione Gotica” e “Aspettando l’Estinzione“.

Continua a leggere Alcune note su Insurrezione Gotica, anti-prassi ed estinzionismo attivo

Conosci te stesso: tattiche di evasione

Claudio Kulesko

peter zapffe

Peter Wessel Zapffe: The Last Messiah
The Last Messiah, del  filosofo norvegese Peter Wessel Zapffe, ha senza dubbio segnato un punto di svolta  per  il pessimismo filosofico. Tanto le argomentazioni, quanto le conclusioni messe a punto da Zapffe, colpiscono per l’estrema radicalità. Pur configurandosi come uno dei fondatori del pensiero ecologico, Zapffe si distanzia dalla militanza caratterizzante l’ecologismo profondo, individuando nella natura una componente dominante di tipo tragico: un orrore naturale, onnipervasivo, che si manifesterebbe nello stato di costante sofferenza dei viventi, nonché nella loro morte.
Per Zapffe, la coscienza umana, definita come “ipertrofica”, non sarebbe altro che un prodotto anomalo dell’evoluzione, un prodotto che, mentre favoriva l’espansione della nostra specie, contribuiva a renderci sempre più lucidi e consapevoli della carneficina che ci circonda (e alla quale prendiamo inevitabilmente parte). L’essere umano avrebbe sviluppato e messo in pratica, nel corso della sua storia evolutiva, una raffinata strategia di evasione dalla coscienza del reale, una strategia composta da quattro momenti. Questo breve scritto tenta di delineare proprio questi quattro momenti e le loro relative conclusioni.

Continua a leggere Conosci te stesso: tattiche di evasione