Collasso. Desolazione. Isolamento.

Una tripla recensione memetica

Claudio Kulesko

“Che cos’è l’Antropocene?”

Una domanda che riecheggia nelle echo chamber di riviste online, bolle social, panel e pubblicazioni (accademiche e non).

Nessuno che chieda mai “come sta l’Antropocene?”

Battute a parte, quest’ultimo interrogativo, per quanto assurdo, ci consente di far slittare il punto di vista dal crash, il momento dell’impatto traumatico, all’accettazione, ossia la banale constatazione di un problema.

Continua a leggere Collasso. Desolazione. Isolamento.

NWOTHM

La concezione anti-dialettica del metal

Claudio Kulesko

NWOTHM è l’acronimo di “New Wave Of Traditional Heavy Metal”, un’etichetta di genere nata online e in tempo reale, come tante altre – sebbene tale fenomeno sia notevolmente più diffuso nel campo dell’elettronica.

Avevo intenzione di parlare con maggiore attenzione di questo “nuovo” sottogenere del metal, ma esso non supporta (né sopporta) molto le chiacchiere, perciò sarò estremamente breve e conciso, nella speranza di poterci tornare più avanti. (Ps. scusate il bloc. maius. ma non mi andava neppure di evidenziare o mettere in corsivo <3).

Continua a leggere NWOTHM

Primatologia dell’orrore, orrore della primatologia

La Grande Estinzione

Claudio Kulesko

Molte persone inorridiscono nell’apprendere che

uno scimpanzé potrebbe mangiare un neonato umano

ma, dopotutto, per quanto riguarda lo scimpanzé,

gli uomini non sono che un altro tipo di primate.

Jane Goodall, L’ombra dell’uomo

I. Colobo

Non potrò mai dimenticare l’orrore che provai nel vedere per la prima volta degli scimpanzé cacciare, catturare e uccidere un’altra scimmia. Si trattava di un eritrocebo, forse di un colobo, non ricordo. Il primo shock fu proprio scoprire che gli scimpanzé ‒ che la TV mi aveva abituato a figurarmi come simpatici e benevoli clown vegetariani, tutt’al più insettivori ‒ sono in realtà onnivori. E non solo, anche abili predatori. Il secondo shock fu apprendere le modalità attraverso le quali si svolgono e si concludono le cacce degli scimpanzé.

I membri più inesperti della tribù circondarono furtivi il branco di scimmiette appollaiate tra le fronde, e giunti ai piedi degli alberi, presero a…

View original post 4.993 altre parole

Call 4 Papers – Animazione e fumetto giapponese: Immaginari, narrazioni, speculazione

Online la call for papers per un’antologia dedicata ad anime e manga, da noi curata. Sarà possibile inviare saggi filosofici e persino fan fiction!

QUI il link alla sinossi completa di tutte le dirette su Ibridamenti (con tanto di link a ciascun incontro).

QUI il link diretto alla call, con tutti i dettagli.

Grazie per averci seguito. Inviateci i vostri saggi e le vostre fan fiction ^_^

DI SEGUITO L’ELENCO IN COSTANTE AGGIORNAMENTO DELLE PROPOSTE GIUNTECI FINORA:

Saggistica:

  1. Baki the grappler
  2. L’attacco dei giganti
  3. Full metal alchemist
  4. Berserk
  5. I figli del mare
  6. Made in abyss
  7. Fire punch
  8. Beaststars
  9. Mononoke/Mushishi
  10. Shintaro Kago
  11. Tokyo Ghoul
  12. Hellsing
  13. Buonanotte Punpun
  14. Capitan Harlock
  15. Osamu Tezuka
  16. Il Mistero della Pietra Azzurra
  17. Yoshiro Togashi
  18. Jin-Roh
  19. Darker than black
  20. L’impero dei cadaveri

Fan fiction:

  1. L’attacco dei giganti
  2. Cowboy Bebop
  3. Pokemon
  4. Berserk
  5. Creamy Mami
  6. Jojo’s Bizarre Adventure
  7. Devilman
  8. Tokyo Ghoul
  9. Terraformars

Claudio Kulesko & Gioele Cima

#9 Beastars – Animalia

“Beastars”, della misteriosa Paru Itagaki, è una delle opere più eccentriche e amate degli ultimi anni – come dimostra il successo dell’adattamento anime a opera di Netflix. Ambientato in un mondo dominato da animali antropomorfi – giunti a una sorta di accordo bilaterale di non aggressione tra carnivori ed erbivori – “Beastars” segue le sventure scolastiche di un giovane e mansueto lupo, Legoshi, tormentato da un’inaspettata attrazione per la coniglietta Haru. Lungo tutta una serie di vicende dai bizzarri contorni thriller, Legoshi dischiude dinanzi al/lo lettore/spettatore i misteri dell’interspecificità, della trasversalità, della perversione e dell’osessione, sprigionando lentamente (ma inesorabilmente) la propria contorta anima erotico-esistenziale.

Nicola Zengiaro (Vicenza, 1992) si è laureato in filosofia presso l’Università degli Studi di Torino sotto la direzione di Maurizio Ferraris con una tesi sull’Ontologia dell’animalità. È vicepresidente della ONLUS Gallinae in Fabula, ricercatore nel Laboratorio galego di ecocritica e nel Centro Studi Filosofia Postumanista, inoltre fa parte della redazione di “Animal Studies. Rivista italiana di antispecismo” e del comitato scientifico della “Revista Latinoamericana de Estudios Criticos Animales”. È ideatore e organizzatore dell’International Animal Studies Conference a Santiago di Compostela dal titolo “Rethinking Animality” e dell’appuntamento trimestrale a Milano alla Casa dei Diritti coordinato da Sonda Edizioni.

Moderano Claudio Kulesko e Gioele Cima.

#8 Mononoke/Mushishi – Il brulichio della vita

“Doppio” appuntamento, dedicato a un anime e a un manga dotati di sorprendenti similarità, nonché contraddistinti dalla medesima, sottile sensibilità nei confronti della complessità eco/psicologica del mondo. Addentratevi con noi tra i meandri di queste due recenti opere, entrambe incentrate sul mondo degli spiriti e delle anime che giacciono sepolti al cuore delle cose.

Marco Mattei ha tante idee ma scrive raramente. Suoi testi sono apparsi su Kaiak, RadioTre PaginaTre, Leganerd, Kabul Magazine e Cosmos.Art. Ha collaborato con L’Institute of the Cosmos per la Biennale di Riga ed è tra le firme del progetto Instagram “Reincantamento”. Si interessa di mente, natura e società ma, soprattutto, di patafisica.

Moderano Claudio Kulesko e Gioele Cima.

#7 Hunter x Hunter – Costruire mondi

Il classico di Yoshihiro Togashi, al pari e persino al di là di altre opere fondamentali dello shonen, quali “Dragonball”, “One piece” e “Naruto”, ci pone dinanzi al dilemma dei livelli di potenza, sfoggiando, al contempo, una coerenza e solidità narrative e ontologiche di rado raggiunte in seno al genere.Scopriremo come e perché tali elementi siano essenzialmente legati, lungo una linea di convergenza che dal character building conduce direttamente al world building.

Alessandro Lolli lavora da anni nell’editoria online e nella comunicazione digitale. Ha collaborato con numerose riviste di approfondimento culturale come Prismo, NOT, VICE Italia, Motherboard Italia, Pixarthinking, L’indiscreto e molte altre. Ha svolto il ruolo di redattore online di Nuovi Argomenti e Dude Magazine, gestendone anche la comunicazione social. Con Effequ, nel 2017, ha pubblicato “La guerra dei meme”. Nel 2019 ha partecipato a “Guida all’Immaginario Nerd”, per Odoya. Nello stesso anno, un suo saggio è apparso nella raccolta collettiva “The Game Unplugged”, uscito per Einaudi Editore.

Moderano Claudio Kulesko e Gioele Cima.

#6 Jujutsu Kaisen – Double Darkness

Jujutsu Kaisen, di Gege Akutami, è uno degli shonen più riusciti e di successo degli ultimi anni. Pur presentandosi come una rielaborazione di topoi e strategie già perfettamente collaudate (si va dal calssico Bastard, fino a Naruto, Soul Eater, Bleach e Yu Yu Hakusho- Spirit detective), esso rivela come proprio tale scelta, unita a una buona scrittura e a una messa in scena coinvolgente, sia una delle chiavi per comprendere l’efficacia narrativa, immaginativa, intrattenitiva ed estetica delle opere ascrivibili al genere.Vi invitiamo a inoltrarvi con noi nell’oscurità del doppio e nella doppia oscurità, nella quale le maledizioni attendono le proprie vittime.

Andrea Cassini, classe 1988, filologo medievale di formazione, è giornalista, traduttore e consulente editoriale. Scrive di sport per FIBA, L’Ultimo Uomo, Play.it USA e altre testate. Ha pubblicato racconti su riviste letterarie e nelle antologie “Prisma Vol. 1” (Moscabianca Edizioni) e “Forme d’Autore – Cinque racconti di arte contemporanea” (L’Eco del Nulla – Associazione Essere). “Non tutto il male” (Effequ) è il suo primo romanzo.

Souza parla di cose a caso, guarda film, studia semiotica e, per qualche ragione sconosciuta anche a egli stesso, a volte fa l’imitazione di Zizek. Ha un podcast in cui si parla di cinema.

  • Con l’esclusiva partecipazione fantasmatica di Aaron Rumore.

Modera Claudio Kulesko.

#5 Full Metal Alchemist – L’Uno, il segreto, il potere

Secondo appuntamento dedicato all’approfondimento di Full Metal Alchemist.Per mezzo dell’analisi del concetto di materia e, più in generale, della metafisica interna al mondo di Full Metal Alchemist, ci addentreremo lungo alcuni nodi filosofici legati non solo all’opera stessa – e al suo world building – ma anche alla ricerca dei fratelli Elric – e ai collegamenti problematici con il nostro mondo.

Alessandro Y. Longo, torinese di nascita, studia Digital Humanities a Bologna. È il fondatore del progetto REINCANTAMENTO, che vive tra Instagram e Medium, e scrive per una newsletter che si chiama Speculum.

Moderano Claudio Kulesko e Gioele Cima.

#4 Fire Punch/Chainsaw Man – Del nichilismo, della souveraineté

Fire Punch e Chainsaw Man, di Tatsuki Fujimoto, giovane mangaka vincitore nel 2021 del Shogakukan Manga Award, si sono già tramutati in classici del fumetto contemporaneo - e, nonostante l'assenza di adattamenti anime, anche in campioni di incassi.
Si tratta di opere incentrate su un impiego smodato, quasi barocco, della violenza, del gore e della perversione in quanto strumento narrativo, dotate di svolgimenti carnali, persino brutali, ma capaci di marciare a passo sostenuto verso un elevato grado di astrazione. Nel solco della recente decostruzione dello shonen, Fujimoto sparge i semi del caos e del nichilismo, avvolgendo le proprie trame in un alone di acuta spiritualità abissale.

Enrico Monacelli è un filosofo. I suoi interessi di ricerca sono il pragmaticismo di C.S. Peirce, le politiche della negazione e del rifiuto e l’etica postumana.

Moderano Claudio Kulesko e Gioele Cima.